Chi è online
 50 visitatori online
Seguici su Facebook
Facebook RSS Feed 
Finziade Songs
Intro Finziade


Get the Flash Player to see this player.

Visitatori
227768
TodayToday128
YesterdayYesterday154
This WeekThis Week846
This MonthThis Month3069
All DaysAll Days227768
Home Finziade News Inaugurate a Licata le mostre sull'Archeologia Subacquea e sulla II Guerra Mondiale

Inaugurate a Licata le mostre sull'Archeologia Subacquea e sulla II Guerra Mondiale


L’esperienza ricavata dopo anni di servizio verso l’intera collettività ha portato per il sesto anno consecutivo il Gruppo Archeologico Finziade e tutti i suoi soci ad organizzare, ancora una volta, l’appuntamento estivo volto alla conoscenza storico-archeologica e culturale di Licata. Inutile dirlo la città in riva al Salso ha potenzialità incredibili in molti settori, dalla cultura al comparto eno-gastronomico. L’apporto del Gruppo archeologico locale va proprio in questa direzione: provare a creare un circuito virtuoso e collettivo all’interno del quale il cittadino si senta realmente parte integrante del contesto e riesca quindi a far apprezzare tutta la bellezza che questa cittadina affacciata sul Mare Africano possiede.

Domenica 5 Luglio parte per il secondo anno consecutivo un servizio che i soci del gruppo archeologico hanno deciso di offrire alla propria città. Un viaggio alla scoperta delle bellezze della città del mare e dei suoi luoghi del cuore: il Pozzo Grangela, la Tholos, i rifugi antiaerei. Una ricerca quasi viscerale nella memoria storica cittadina che parte dal periodo greco arcaico, fino a giungere all’orrore dei bombardamenti della seconda guerra mondiale.

La concessione degli spazi da parte dell’amministrazione comunale testimonia la fiducia che il Gruppo Archeologico Finziade si è guadagnato in questi 7 anni di attività grazie alla realizzazione e l’ottima riuscita di iniziative capaci di rendere lustro ad una città che ha fame di turismo e di cultura.

Il turismo, termine fondamentale per un rilancio economico vero della collettività, collegabile al rilancio di settori storici come la pesca e l’agricoltura. Licata possiede questi 3 “tesori” i quali vanno assolutamente coltivati e fatti conoscere a tutti e a tutte.

Manca un’importante tassello a Licata: il museo archeologico della Badia, chiuso per lavori di rifacimento dal 2009; è ormai necessario ridonarlo ai legittimi proprietari, i cittadini di una comunità che ha bisogno di riscattarsi.

Nel tempo dell’attesa per una riapertura così importante è stato allestito, a cura del Gruppo Archeologico Finziade, con la fondamentale collaborazione scientifica della Soprintendenza del Mare e la disponibilità dell’amministrazione comunale, un piccolo antiquarium dei ritrovamenti subacquei recuperati negli ultimi anni dalla sezione subacquea della Finziade, nella speranza che questo antiquarium possa diventare il nuovo Museo del Mare.

Con queste splendide prospettive future, guardiamo al presente con fiducia. Come già detto le visite si protrarranno dal 5 Luglio fino al 30 Settembre, dal Martedì alla Domenica  ( 10-12:30/ 17-19:30), anche nei festivi.

La visita e l’offerta comprende quindi i siti già citati (Tholos, Grangela e Rifugi antiaerei) e tramite la disponibilità del personale inserito all’interno dell’ambito di tirocinio formativo avviato da qualche mese, si potrà accedere anche al chiostro ospitante i reperti subacquei, sempre all’interno di queste fasce orarie.

Una città a misura d’uomo, tutta nostra di tutti e di tutte: licatesi, siciliani, italiani, europei e così via. Licata centro del mediterraneo si riscopre più bella. Buona estate e siateci.


 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 10 Luglio 2015 15:49)