L'immondizia, unica nota dolente in un bilancio così positivo per le escursioni estive a Licata PDF Stampa E-mail
Scritto da Andrea Incorvaia   
Giovedì 08 Settembre 2011 11:33
 

Continuano, con grande successo di pubblico, le escursioni organizzate, per il terzo anno consecutivo, dall’Associazione Finziade, diretta dall’archeologo Fabio Amato. Anche quest’anno l’associazione, per tutto il mese di agosto, ha allestito nella centralissima piazza Attilio Regolo un infopoint fornendo alla città un valido punto di convergenza turistica. Tutte le più rosee aspettative sono state superate: centinaia di visitatori hanno affollato, lungo l’arco dell’intera stagione estiva, le vie cittadine. Un plauso va fatto alla locale Pro loco che con impegno e dedizione profuso, grazie ad un ulteriore infopoint sito nel chiostro San Francesco, è stata di notevole aiuto alla perfetta riuscita dell’iniziativa.

Importante poi è stato il supporto logistico offerto dalla compagnia di trasporti urbani IBLA TOUR: tramite l’utilizzo di un bus navetta è stato migliorato, rispetto allo scorso anno, il servizio di visita verso le zone "alte" della città del mare.

Le escursioni hanno interessato le aree più importanti della città demaniale passando dal castello, agli scavi archeologici della città greco-romana di Finziade, alla Grangela e per finire con la visita della cappella del Cristo nero, tesoro del barocco licatese.

Nonostante i complimenti ricevuti dalla stragrande maggioranza dei turisti e le incitazioni a continuare su questa direzione, non sono mancate le lamentele rivolte al degrado che si registra in città; immondizia ammassata ai bordi della strada in via Santa Maria, l’ingresso della tholos di via Marconi sommerso da escrementi di piccione, erbacce, ecc.. Di certo questo non ha costituito un bel biglietto da visita per la nostra comunità.

Senza sollevare polemiche, ci permettiamo di dare un consiglio all'Assessore al turismo e ai beni culturali di Licata che ha più volte sostenuto di avere grandi progetti per i BB.CC. locali: iniziare semplicemente a ripulire i nostri splendidi siti e i relativi percorsi dalle immondizie; questo potrebbe sicuramente rappresentare un ottimo punto di partenza per una Licata migliore e vivibile non solo in estate, ma durante tutto l’arco dell’anno.